Eventi in evidenza

eventi

Comunicati

MODIFICA ARTICOLO 2 REGOLAMENTO SULLA CONTRIBUZIONE - INNALZAMENTO AL 5% ALIQUOTA CONTRIBUTO INTEGRATIVO PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Il Comitato dei Delegati presso Cassa Geometri ha approvato la modifica ( dal 1 Gennaio 2021) dell'articolo 2 del regolamento sulla contribuzione portando al 5% l'aliquota del contributo integrativo da applicare il fattura anche nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni.  
Riunione Comitato Delegati Cassa del 25 e 26 novembre 2020 Si pubblica importante comunicazione a firma del Delegato Cassa del Collegio Provinciale Dei Geometri e dei Geometri Laureati di Taranto.
POR PUGLIA 2014/2020 - AVVISO PUBBLICO "PASS IMPRESE 2020" Si pone all'attenzione degli iscritti comunicazione del Presidente, inviata a tutti via mail, con richiamo all'avviso pubblico POR PUGLIA PASS IMPRESE 2020. In fondo alla pagina è possibile scaricare la documentazione completa che integra la comunicazione a firma del Presidente.  
  • CIRCOLARE CONSIGLIO NAZIONALE - AVVISI COMUNE DI CASTEL SANT'ANGELO SUL NERA (MC)
    CIRCOLARE CONSIGLIO NAZIONALE -  AVVISI COMUNE DI CASTEL SANT'ANGELO SUL NERA (MC)

    Si Pubblica circolare del Consiglio Nazionale riguardante 3 avvisi per elenco tecnici Comune di Castelsantangelo sul Nera (MC)

    Scritto Giovedì, 16 Settembre 2021 10:15
  • GIUDICE DI PACE DI LATINA E LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE - VALORE LEGALE DELLE CHAT WHATSAPP CON I CLIENTI
    GIUDICE DI PACE DI LATINA E LA SENTENZA DELLA CASSAZIONE - VALORE LEGALE DELLE CHAT WHATSAPP CON I CLIENTI

    Oramai è consuetudine, “chattare” con i clienti a seguito di conferimento di incarichi, ma anche con le Imprese, altri professionisti, fornitori, ecc.
    È normale quindi chiedersi se la chat Whatsapp ha valore legale e cosa prevede la legge. Con decreto n. 2399 depositato in data 25.06.2021 (allegato alla presente), il Giudice di Pace di Latina accoglieva un ricorso per decreto ingiuntivo ex artt. 633 ss. c.p.c. ritenendo idonea prova scritta la stampa di messaggi Whatsapp da cui emergeva l'esistenza del credito. Tale orientamento era già stato definito con la sentenza della Cassazione [Cass. sent. n. 19155/2019 del 17.7.2019] che ha cambiato profondamente le regole, in merito al valore probatorio dei documenti informatici (tali sono anche gli sms). Con questa posizione della Cassazione, tanto nel processo penale quanto in quello civile, email ed sms, pertanto anche le chat su WhatsApp,  assumono valore di prova.
    Spetta, alla parte che intende contestarne il contenuto dimostrare che il documento prodotto in giudizio non corrisponde alla realtà. Dunque, non più una contestazione generica e formale, ma circostanziata. L’opposizione dell’avversario processuale deve, in altri termini, portare sul banco del giudice elementi tali da far sospettare che il testo prodotto in giudizio è stato falsificato o mai inviato. Solitamente occorre la chat originale, certificata da un legale o un notaio o un tecnico specializzato.
    Con l’interpretazione della Corte di Cassazione c’è un capovolgimento di ruoli: chi vuol utilizzare la chat come prova non deve dimostrarne la genuinità; è, invece, chi la contesta a dover provare che la stessa non è attendibile. E non può farlo con affermazioni generiche, ma in modo puntuale e con argomentazioni convincenti. Ed anche in tal caso, il giudice potrebbe comunque accertare da sé tale corrispondenza con altri mezzi di prova, compresi gli indizi (le cosiddette presunzioni).
    Lo stesso vale per l’email: un documento elettronico che, anche se privo di firma, rientra a pieno titolo tra i mezzi di prova.
    Come si può dimostrare una chat su WhatsApp?
    Per fare entrare nel processo una chat WhatsApp si potrà estrapolare la stessa tramite screenshot e poi stamparla, ma sarà sempre più opportuno provvedere a una trascrizione giurata a mezzo di un professionista iscritto negli albi dei consulenti tecnici d’ufficio o comunque un perito specializzato del settore.
    Attenzione quindi a lasciare traccia di conversazioni via sms e whatsApp, che possono essere utilizzate per contestazioni, critiche, rivendicazioni e prove riferite all’attività professionale.
    Si allega il decreto n. 2399 depositato del Giudice di Pace del Tribunale di Latina e la   Sentenza della Corte di Cassazione sent. n. 19155/2019 del 17.7.2019

    Download allegati: SENTENZA_19155_1.pdf Download allegati: DOCUMENTO_42693_1.pdf
    Scritto Giovedì, 16 Settembre 2021 10:12
  • RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPATE – PROROGA AL 15 NOVEMBRE 2021 – OPUSCOLO RISERVATO CON FAC-SIMILE DI PERIZIA (INVIATO VIA MAIL)
    RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPATE – PROROGA AL 15 NOVEMBRE 2021 – OPUSCOLO RISERVATO CON FAC-SIMILE DI PERIZIA (INVIATO VIA MAIL)

    Con la legge 23 luglio 2021 n. 106 di conversione del DL “Sostegni-bis”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 24 luglio 2021, è stato spostato dal 30 giugno al 15 novembre 2021 il termine per optare per la rideterminazione del costo fiscale dei terreni (agricoli ed edificabili) e delle partecipazioni non quotate posseduti dai soggetti non imprenditori al 1° gennaio 2021.
    In particolare, occorrerà che entro il prossimo 15 novembre 2021 un professionista abilitato (ad esempio, dottore commercialista, geometra, ingegnere e così via) rediga e asseveri la perizia di stima della partecipazione o del terreno e il contribuente interessato versi l’imposta sostitutiva dell’11%, calcolata sul valore di perizia, per l’intero suo ammontare, ovvero (in caso di rateizzazione) limitatamente alla prima delle tre rate annuali di pari importo.
    L'OPUSCOLO CON IL FAC- SIMILE VI VERRA' INVIATO VIA MAIL PERCHE' TRATTASI DI ATTIVITA' LAVOTARIVA INTELLETTUALE DESTINATA AI SOLI PROFESSIONISTI

    Scritto Lunedì, 13 Settembre 2021 09:17
  • INTERROGAZIONE MEF SUPERBONUS 110%
    INTERROGAZIONE MEF SUPERBONUS 110%

    In commissione Bilancio della Camera è stata presentata l'interrogazione (allegata) a risposta in commissione 5-06630, con la quale si chiede al Ministero dell'Economia e delle Finanze di fornire dei chiarimenti su alcune casistiche applicative del Superbonus 110%, al fine di agevolare i contribuenti interessati, a tale scopo anche aggiornando sul sito dell'Agenzia delle entrate le informative rilasciate nella sezione dedicata alle faq.
    Secondo gli interroganti vi sarebbero alcuni aspetti della normativa che necessitano di ulteriori chiarimenti al fine di rendere più agevole l'applicazione del Superbonus 110% ed evitare possibili richieste di restituzione dell'indebita fruizione da parte dell'Amministrazione finanziaria.
    In particolare, il comma 10 dell'articolo 119 del Decreto Rilancio prevede che le persone fisiche aventi diritto possono beneficiare delle detrazioni Superbonus per gli interventi realizzati sul numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell'edificio; appare necessario chiarire se, in caso di demolizione e ricostruzione di un immobile, un soggetto proprietario al 50 per cento che ha già utilizzato l'agevolazione del Superbonus per la riqualificazione energetica di altri due immobili, possa aver comunque diritto all'agevolazione per la riqualificazione energetica di un ulteriore immobile ovvero se l'altro proprietario al 50 per cento possa comunque cumulare l'agevolazione, al fine di non perdere la possibilità di fruire del beneficio.
    Dal 1° gennaio 2021 è possibile usufruire del Superbonus anche per gli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche; in particolare, la lettera d) del comma 66 dell'articolo 1 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, recante la legge di bilancio 2021, sancisce che l'agevolazione è applicabile anche agli interventi previsti dall'articolo 16-bis, comma 1, lettera e), del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, anche ove effettuati in favore di persone di età superiore a 65 anni; la citata lettera e) prevede che gli interventi agevolabili debbano avere come oggetto gli ascensori e i montacarichi, ma andrebbe tuttavia chiarito che i montascale sono comunque equiparati agli ascensori ai fini dell'applicazione della detrazione.
    Andrebbe altresì chiarita la possibilità di accedere al beneficio del Superbonus, senza che l'Agenzia delle entrate revochi il credito d'imposta, per un condominio provvisto di concessione edilizia e di titolo abitativo, costruito in difformità dal progetto originario, insanabile da un punto di vista urbanistico, ma reso alienabile con il ravvedimento dei condomini dopo aver pagato la relativa sanzione prevista dal comune di appartenenza (come previsto dall'articolo 206-bis della legge regione Toscana n. 65 del 2014 recante la sanzione pecuniaria pari al doppio del costo di produzione stabilito in base alla legge 27 luglio 1978, n. 392).
    Sarebbe altresì utile chiarire se nei massimali di spesa previsti per i pannelli solari possano essere ricomprese anche le sonde geotermiche.

    Scritto Lunedì, 13 Settembre 2021 08:48
  • inPa Portale del Reclutamento – aggiornamenti su bandi e operatività - Circolare del Consiglio Nazionale
    inPa Portale del Reclutamento – aggiornamenti su bandi e operatività - Circolare del Consiglio Nazionale

    Vi anticipiamo la circolare ufficiale del Consiglio Nazionale relativa agli aggiornamenti ed alle fasi operative legate al PNRR; ulteriori approfondimenti al link: http://www.reteprofessionitecniche.it/circolari-2021/

     

     

    Scritto Venerdì, 10 Settembre 2021 12:17
  • RESPONSABILITA’ DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO IN CASO DI INCENDIO
    RESPONSABILITA’ DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO IN CASO DI INCENDIO

    Con il provvedimento n. 2021/228685 dell’Agenzia delle Entrate è diventato valido dal 9 settembre 2021, il nuovo modello per la comunicazione della cessione del credito d'imposta “locazione immobili non abitativi ed affitti di azienda” (di cui all'articolo 28 del Decreto Rilancio). La novità principale è la possibilità di indicare anche contratti non registrati, in quanto soggetti all'obbligo solo in caso d'uso.
    E’  stata anche adeguata la procedura di trasmissione delle comunicazioni delle cessioni dei crediti.
    Si allega l’opuscolo dedicato con i nuovi modelli

    Scritto Venerdì, 10 Settembre 2021 10:46
  • ENEA- Sentenza vizi presenti nell'immobile al momento della vendita (umidità, infiltrazioni e muffa su due pareti, nonché inconvenienti dell’impianto di riscaldamento)
    ENEA-  Sentenza vizi presenti nell'immobile al momento della vendita (umidità, infiltrazioni e muffa su due pareti, nonché inconvenienti dell’impianto di riscaldamento)

    La seconda Sezione della Corte di Cassazione con ordinanza n. 23659 del 31 agosto 2021, afferma che i vizi presenti nell'immobile al momento della vendita (umidità, infiltrazioni e muffa su due pareti, nonché inconvenienti dell’impianto di riscaldamento) e fraudolentemente occultati dal mobilio, devono ritenersi (ri)conoscibili dall'acquirente ove di questi si siano accorti i precedenti visitatori e che a tal fine non equivalga a una dichiarazione di esenzione da vizi l'utilizzo da parte del venditore della formula di idoneità al "buon funzionamento" o del "completamente restaurato".

    Sentenza allegata

    Download allegati: SENTENZA_COLLEGI-1.pdf
    Scritto Mercoledì, 08 Settembre 2021 12:46
  • AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA UNIVERSITA' DI FERRARA
    AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA UNIVERSITA' DI FERRARA

    Si informa che è disponibile sul sito internet dell’Università degli Studi di Ferrara l’avviso di cui in oggetto, per reperire il quale è possibile utilizzare il seguente link:
    https://unife.ubuy.cineca.it/PortaleAppalti/it/homepage.wp

    Scritto Mercoledì, 08 Settembre 2021 10:21